Canon of lies

Titolo: Canon of Lies
Doujinka: bubunhanten (Rai Kazuki)
Serie: Haikyuu!! di Haruichi Furidate
Coppia: Tobio Kageyama x Shoyo Hinata
Gruppo: Beam Scan

Ci vuole molto coraggio per dichiararsi, specialmente se la persona della quale siamo innamorati è la stessa con cui passiamo ogni giorno molto tempo della nostra vita… ancora di più se è l’alzatore che, durante gli allenamenti e le partite, ci alza la palla per fare punto!
Hinata non aveva intenzione di dichiararsi, ma alla fine è stato più forte di lui e le parole gli sono uscite fuori senza che potesse farci nulla; sapeva benissimo come sarebbe andata e, infatti, Kageyama ha reagito come lo ha sempre visto reagire con le ragazze che gli si dichiaravano: dispiaciuto, triste e colpevole.
Shoyo però ne è innamorato ed essere rifiutato lo ha reso immensamente triste, sebbene sappia che Tobio sia stato corretto e, anzi, fin troppo gentile: d’altro canto, è un altro maschio quello che gli si è dichiarato.
Tuttavia, quando Hinata scopre il motivo per cui Kageyama sembra stare sempre così male ogni volta che qualcuno gli si dichiara, decide che non vuole farlo soffrire, né tantomeno fargli comprendere che quei sentimenti sono davvero difficili da eliminare dal proprio cuore e una bugia detta a fin di bene, forse, è la soluzione.
Una doujinshi in due parti di cui ci si innamora a prima vista; lo stile della Kazuki è simile a quello dell’opera originale, sebbene più delicato e meno netto, così i personaggi sembrano direttamente vivere dalle pagine del manga.
Una storia amara, ma anche dolce e ricca di scoperta, di evoluzione, dove il primo amore e i sentimenti non corrisposti vengono esplorati e sviscerati dal punto di vista dei personaggi, così come la scoperta di sé stessi e di ciò che il proprio cuore vorrebbe fosse reale e non solo un desiderio.

L’erba sul sentiero

Titolo: L’erba sul sentiero
Mangaka: Mako Takashi
Gruppo: Storm in Heaven
Incluso nel volume: Otome Cake (capitolo 3)

Quando si è adolescenti, molte cose possono risultare complicate da comprendere, primi fra tutti i sentimenti. Ed è così che due amiche d’infanzia, proseguono la loro vita quotidiana, senza pensieri, ripetendo la stessa routine.
La consapevolezza di essere ancora giovani, di avere tempo davanti a loro, non sembra toccarle completamente, se non nella misura in cui può farlo lo sviluppo o battute crudeli da parte dei compagni.
Eppure la loro amicizia intima serve a nascondere entrambe? Oppure c’è qualcosa di più, nel loro desiderio di rimanere l’una vicino all’altra?
Una brevissima shot, in cui quest’autrice bravissima e dallo stile delicato, narra uno spaccato di vita quotidiano di due amiche senza nome, due amiche come tante, che si attardano nel percorso da casa a scuola e viceversa; discorsi leggeri, ma allo stesso tempo che fanno percepire la realtà di qualcosa che non si è ancora realizzato e che sta crescendo.
Il tratto della Takashi è delicato, dolce e molto evanescente; i suoi temi sono amori saffici, spesso dai tratti dolce-amari, con amicizie che nascono nella giovinezza. La dolcezza delle sue storie, la profondità di certi pensieri, espressi nei modi più semplici e d’impatto, la rende una delle autrici più interessanti che si possano leggere.

Le nostre situazioni segrete

Essere vittima di un trauma che ha creato nella psiche una certa fobia, è davvero difficile; purtroppo, specie se sono fobie davvero limitanti, è molto più complicato. Le nostre situazioni segrete di Mihoko Kojima, manga edito dalla Flashbook Edizioni, tratta proprio questo tipo di problematica in sei volumi.
Reika Ninomiya ha subito un tentativo di violenza sessuale, per fortuna non concretizzato, che le ha causato la nascita dell’androfobia (paura degli uomini) a livelli tali che non riesce neppure a stare tranquilla nel parlare con un ragazzo; questo non le ha impedito però di fare domanda e poi essere assunta nell’azienda del padre con le sue sole forze. Purtroppo la sua fobia la rende decisamente a rischio di fuga, e quando un ragazzo che ha fatto il colloquio con lei si avvicina per presentarsi, Reika ha l’istinto di scappare il più velocemente possibile via da lui.
Il caso vuole che si scontri con un uomo sconosciuto, che si scopre fin da subito in tensione dopo quanto accaduto, che sembra sul punto di fuggire a propria volta; questa strana circostanza la incuriosisce a tal punto che indaga sull’uomo – dipendente in un altro dipartimento – e scopre osservandolo che hanno un punto in comune non da poco: Kiryu – questo il nome dell’uomo – sembra infatti terrorizzato dalle donne!
Fin dalle prime vignette si nota uno stile pulito e dolce, molto lineare. I volti tondi e gli occhi dolci; l’autrice riesce a trasmettere le sensazioni dei personaggi usando la loro espressività in modo molto netto.
La trama, d’altra parte, è molto intrigante e, anche se potrebbe sembrare banale e un po’ volutamente pesante e cliché, con la conoscenza di due ragazzi con la fobia complementare, con conseguente alleanza tra i due per cameratismo, si prospetta una buona storia.
I personaggi fin’ora sembrano ben delineati e hanno tutti delle peculiarità che li rendono unici, senza contare i classici love interest esterni alla coppia principale che sì, sono un po’ cliché, ma non rendono la lettura pesante o fastidiosa e, anzi, la rendono frizzante e divertente, con la curiosità di sapere cosa succederà nei prossimi capitoli.
Non avevo letto nulla di quest’autrice prima, ma la voglia di leggere una storia d’amore che potesse darmi un po’ di novità e non le solite storielle con adolescenti in crisi d’identità, mi ha spinto verso questo titolo, che avevo già adocchiato al suo annuncio di uscita; questo manga è riuscito in poche vignette a catturare il mio interesse e spero proprio che non mi deluda, perché sarebbe davvero un peccato vista la partenza. Non si prospetta un capolavoro, ma la storia scorre bene e i disegni sono molto belli.

Il Gatto Nero del Signor Smith di Munesumi K Okamoto

La seguente doujinshi contiene SCENE DI SESSO, pertanto chiunque la scarichi ne sia consapevole. Io non mi assumo alcuna responsabilità in merito, dato che qui c’è l’avviso e tutti possono leggerlo.

Titolo: Il Gatto Nero del Signor Smith
Serie: L’attacco dei Giganti
Coppia: Erwin/Levi
Doujinka: Munesumi K Okamoto
Genere: Yaoi
Rating: Rosso (NC-17)
Lingua: Italiano
Trama: Alternative Universe. Erwin è un attore famoso che ha preso con sé Levi come tuttofare. Tuttavia, la loro situazione non è così cristallina, soprattutto perché Erwin non sembra disposto a lasciarlo o condividerlo con altri.
Scans: Cesegura
Traduzione & Editing: Mikki
Caricato il: 25.12.2019

Come terra nuda e desolata

Titolo: Come terra nuda e desolata
Mangaka: Makoto Tateno
Gruppo: *DC Scanlations Team*
Incluso nel volume: Myuzu no Gakuen de Aou (volume 2, capitolo 5)

Quando una persona con cui non hai che un rapporto di semplice cortesia decide, di punto in bianco, di insultare qualcuno a te caro, è inevitabile cercare di difendere l’onore della persona; così William Preston, primogenito della casata, sfida a duello Chris Clouder, un borghese diventato – grazie al denaro – un barone.
La sfida è accettata, ma William ha la peggio e si risveglia in un letto, ferito e confuso, ricordando ben poco, almeno fino a quando Clouder non gli rammenta quanto successo durante la loro sfida, in cui Preston è stato ferito ed è caduto da un dirupo, salvandosi per miracolo grazie a una serie di fortunate coincidenze.
La voglia di tornare a casa è molta, ma Chris gli rende noto che per tutti è un uomo ormai morto e che se riapparisse ora, probabilmente non farebbe altro che creare problemi alla sua famiglia, così gli propone un’alternativa.
Makoto Tateno si dimostra ancora una volta capace di muovere personaggi apparentemente piatti, rendendoli in modo perfetto e a tutto tondo; William, legato alla sua visione retrograda della buona società, che disprezza i nobili di nuova generazione come Clouder, ma che alla fine accetta un compromesso umiliante, piuttosto che recare disonore sulla propria famiglia. E poi Chris, un uomo di modesti natali, figlio di un commerciante che sognava di diventare nobile e che, con il denaro, acquista la propria possibilità di entrare in un mondo altrimenti precluso alle persone comuni e tutto per un solo e unico motivo…
La shot si dimostra interessante e non priva di espedienti ed evoluzione dei personaggi; malgrado la sua brevità, merita di essere letta anche solo per la cura con cui l’autrice ha deciso di delineare i personaggi e la trama che li lega insieme. Se non fosse per la sua durata, sarebbe stato interessante vederne uno sviluppo più dilatato, ma anche così è ottima.

Della stessa autrice: Doppio Nodo (shot), Hero Heel, Warui Yume (shot), Yellow.

Nascosti dal mondo

TITOLO: Nascosti dal mondo
AUTORE: J. W. Kilhey
EDITORE: Triskell Edizioni
ANNO PUBBLICAZIONE ITALIANA: 2016
FORMATO: cartaceo & digitale
LINK ACQUISTO: Amazon || Kobo || Triskell

Ci sono storie che non è facile raccontare, specialmente se in contesti che hanno ferito e distrutto davvero l’umanità delle persone e trovato, in qualche modo, la connotazione di Male, in uno spartiacque che usiamo quasi come paragone quando veniamo a conoscenza di fatti disumanizzanti.
John è un americano reduce della Seconda Guerra Mondiale, con nel proprio bagaglio veri orrori vissuti a livello emotivo; è un accademico, tornato sui libri subito dopo la fine di quell’esperienza e si prefigge di proseguire gli studi e conseguire – ormai a un passo – il termine di studi specialistici in Scienza politica. Ha deciso di non continuare a vivere nel passato, almeno non a livello accademico, perché gli incubi lo perseguita sia da sveglio che da dormiente. La sua sessualità non è esplicita, non quanto quella del suo amico Charles, che invece se ne fa per gran parte vanto – per quanto concesso negli anni Cinquanta – e frequenta bar alla ricerca di compagnia.
Un giorno John intravede un inserviente nella sua Università, dai tipici tratti tedeschi: sguardo di ghiaccio, capelli biondi e corporatura magra. L’atteggiamento non assomiglia a quelli tedeschi, tuttavia il suo interesse è immediato, dati i tratti attraenti e il comportamento apparentemente misterioso e schivo. Lo comincia a seguire di nascosto, cosa che gioca alla sua mente un risveglio improvviso: i sogni che continua a fare di notte lo tormentano e anche quell’uomo sconosciuto appare, prima come carnefice, poi come vittima. Una notte lo uccide, la notte dopo è lui quello che viene ucciso, in un circolo infinito contornato da ricordi e dolore, rimpianto e ricerca.
Quando però scopre che l’uomo ha rapporti di conoscenza stretta con un professore dell’Università, il suo interesse diventa ancora maggiore, tanto da rasentarne il pedinamento.
Il libro è intenso e molto impegnativo a livello emotivo e non solo; scritto in prima persona, prima da John e poi da Kurt, alterna passato e “presente”, tra gli anni Cinquanta e gli anni Quaranta, scoprendo a poco a poco ciò che è accaduto a Kurt, la sua vita e quello che nasconde dietro la sua apparenza misteriosa e cortese, intimidita.
Allo stesso tempo, seguiamo John nel suo presente, laddove è catturato dal suo passato, avvinto da flash scatenati da rumori, eventi e circostanze, che lo allontanano dalla realtà e lo riportano sul campo, senza poterne ricavare altro che devastazione fisica ed emotiva.
Da nota sono le scene cruente emotivamente e anche fisicamente, dove l’emotività dei personaggi è centrale, come i loro sentimenti. Il lettore ne viene catturato e vive insieme a loro incubi, orrore e ricordi; scelte ed eventi al di fuori del loro controllo, violenza e disumanità. La ricerca di un nuovo modo di vivere, che è parte integrante dell’essere umano, anche dove non si ha più niente per lottare se non la capacità di provocare compassione.
La storia è chiaramente romanzata e con un epilogo lieto, ma questo non fa perdere significato a due storie – anzi tre, se non quattro – che si incrociano, che resistono e che per quanto diverse, approdano al risultato di dover fare i conti con un presente a cui non sono preparati e che non è preparato alle loro ferite interiori.
Uomini perseguitati dal passato e che non riescono a voltare pagina, chi per un motivo chi per un altro e che devono imparare a coesistere con le loro scelte, le loro esperienze e ciò che li ha portati ad essere nuovamente padroni di se stessi e delle proprie vite e del futuro.

Oikawa-san no Mushiba

Titolo: Oikawa-san no Mushiba
Doujinka: Gekirin (Shabu)
Serie: Haikyuu!! di Haruichi Furidate
Coppia: Tooru Oikawa x Tobio Kageyama
Gruppo: Beam Scan

Oikawa è stato il senpai di Kageyama durante le scuole superiori, il suo mentore, l’alzatore a cui ammirare… ma non è stato solo quello. È anche stato il suo amante, seppure in un rapporto disfunzionale, nato principalmente per via del senso di superiorità che Tooru provava nei confronti del suo kohai. Lo ha allenato, gli ha svelato come fare le schiacciate e allo stesso tempo si è approfittato della sua ingenuità, coinvolgendolo in una relazione sessuale, che è continuata a lungo.
Un incipit molto banale, specialmente per i fan di questa coppia e soprattutto perché visto in molte salse; allo stesso tempo, l’autrice riesce a renderlo godibile e a non farlo sfociare nel “già visto” grazie alla sua narrazione della dj, che si muove nella linea temporale e nei pov di entrambi i personaggi, esplorando i loro sentimenti riguardo alla loro storia – che non è tale proprio per volontà di entrambi.
I disegni sono molto belli, seppure particolari; la doujinka ha uno stile molto netto e spigoloso, ma che rende molto bene l’espressività dei visi e la rigidità – o meno – dei corpi, la loro fisicità e coinvolgimento.

Il mio Mondo fatto di Follia [recensioni & scans]